Sicurezza in se stessi: come si acquisisce?

Quando si parla di sicurezza in se stessi, la verità è che la maggioranza delle persone non ha la minima idea di cosa voglia dire essere sicuri e soprattutto di come aumentare la propria sicurezza.

In questo articolo voglio spiegarti da dove deriva la sicurezza in se stessi e di cosa hai bisogno per sviluppare la tua.

Sicurezza in se stessi - Love Revolution

Come si crea la sicurezza in se stessi? E perché è così importante per avere una vita felice e appagante?

La maggior parte delle persone che soffrono di insicurezza, cerca di rimediare al senso di inferiorità acquisendo “cose”. Chi si sente insicuro cerca di aumentare la fiducia in se stesso attraverso un lavoro di successo, una relazione invidiabile, il possesso di oggetti materiali.

Tutto questo, con il solo obiettivo di avere sicurezza e di dimostrare agli altri la propria importanza. Infatti, la sicurezza per tanti nasce dall’ammirazione che gli altri provano nei loro confronti. Si dicono: “se sono ammirato e invidiato allora vuol dire che valgo”.

Questo è il motivo per cui molte persone si ossessionano tutta la vita cercando un partner di bell’aspetto, che contribuisce a farle sentire in un certo modo, ma con cui in realtà non riescono a costruire una relazione appagante. Sono più interessate a sfoggiare un partner esteticamente bello, magari sui social network o tra gli amici e in famiglia, anziché preoccuparsi di creare un rapporto solido e vero con qualcuno che le rende veramente felici.

Altre persone invece, cercano la sicurezza attraverso la realizzazione lavorativa: si buttano in un contesto lavorativo per fare carriera e avere successo in modo da avere la stima e l’invidia degli altri, poco importa se magari facendo quel lavoro non sono felici.

In tanti pompano la loro sicurezza attraverso le cose materiali. Possedere un’auto di lusso, borse, gioielli, orologi firmati contribuisce a farli sentire sicuri, o così essi credono.

E ancora, c’è chi ricerca la sicurezza nelle relazioni, nei contatti o le amicizie con persone popolari e ammirate.

In sostanza, molte persone misurano il proprio valore sulla base di ciò che hanno e possiedono e non di ciò che sono. Tutte queste cose nutrono la loro sicurezza.

La sicurezza deriva da ciò che sei, non da ciò che hai

La realtà però è che basare il tuo valore su ciò che hai non ti aiuta a diventare più sicuro di te, ti rende invece estremamente vulnerabile.

Questo perché legando il tuo valore come persona ad una certa cosa che possiedi non fa altro che metterti in una condizione di ansia: se perdessi quella cosa preziosa che è la chiave della tua sicurezza, ti ritroveresti con l’ego sotto i piedi. Penseresti che non vali niente.

E questa situazione è praticamente all’ordine del giorno perché i fattori esterni cambiano costantemente e senza che tu possa controllarli: il tuo partner potrebbe lasciarti, il tuo capo licenziarti, e via così.

Se tutto quello che credi di essere è in queste cose, quando le perderai non ti rimarrà niente.

Quello che invece vuoi davvero, e quello di cui tu hai bisogno per accrescere la sicurezza in te stesso è fare in modo che questa provenga direttamente da te, che si regga sulla fiducia che hai nella persona che sei, nei tuoi valori, nei tuoi principi e nelle tue capacità.

La vera sicurezza non deriva dalle cose che possiedi.

Lo sbaglio più grande che tu possa fare è credere che la tua missione nella vita sia inseguire certe cose per diventare sicuro di te come, un buon lavoro, una buona relazione, tanti soldi… tutte quelle cose che secondo te possono farti sentire importante e quindi renderti una persona che vale.

La sicurezza ti permette di vivere a pieno

La verità sta tutta nel contrario. È grazie alla sicurezza in te stesso che sei in grado di costruirti una bella relazione, avere successo nel lavoro, ottenere le cose che desideri e soprattutto essere felice.

Prima di tutto, avere fiducia in te per come sei tu e non per le cose che hai, ti mette al sicuro, perché il tuo valore, la tua intera identità non sono suscettibili ai cambiamenti dei fattori esterni.

Se la tua sicurezza è nutrita solo ed esclusivamente dal rapporto con il tuo partner, se dovessi perderlo/a, perderesti tutta la fiducia in te stesso. Ma se la tua sicurezza è solida, una rottura non ti fa credere di essere una persona senza valore.

Quello che devi capire è che tutti quegli elementi esterni non sono altro che un plus: ti rendono più felice, ma non ti rendono felice, ti possono rendere più sicuro, ma non ti rendono sicuro. Cercando sicurezza in queste cose, non farai altro che vivere con l’ansia di perderle; svilupperai un attaccamento malsano verso le cose che possiedi e non sarai felice.

Sai quante persone, per paura di non essere abbastanza senza il loro partner, accettano una relazione infelice, semplicemente perché pensano che senza il partner varranno meno?

La tua stabilità emotiva e la tua felicità sono create dalla relazione che tu hai con te stesso: dalla fiducia e dalla sicurezza che hai in te.

Il secondo beneficio è quello più pratico. Le cose citate prima, la relazione, il lavoro, i soldi, sono molto importanti per permetterti di vivere una vita serena. Non sto dicendo il contrario.

Ma per stare davvero bene ed essere felice, devi prima sentire che tu sei abbastanza, devi essere fiero della persona che sei tu, anche senza macchina di lusso, o un partner perfetto o un lavoro di successo.

Dopo che avrai sviluppato una vera sicurezza in te stesso, sarai in grado di goderti tutte le altre cose.

Finché la tua sicurezza sarà basata su ciò che hai e non su ciò che sei, vivrai preoccupandoti di mantenere il tuo “status”, la tua condizione. Non correrai dei rischi per paura di cambiare le cose, non fisserai degli standard per paura di allontanare il tuo partner, non uscirai dalla tua zona di comfort per il terrore di compromettere le cose.

E questo significa che rimarrai fermo dove sei, senza fare esperienze che possono renderti felice, senza trovare un partner che può farti stare meglio, o un lavoro che ami e che ti da soddisfazione.

Non ti sentirai libero di giocare e sperimentare con le cose che possiedi, perché avrai paura di perderle, di spezzare l’equilibrio e con questo anche la tua sicurezza.

E ovviamente avrai paura che anche gli altri possano spezzare il tuo equilibrio. Il che ti porterà a cercare di compiacere il tuo partner per non farti lasciare, il tuo capo perché non ti licenzi, quell’amico che in realtà non sopporti ma che è tanto popolare e ti fa sentire importante.

Sarai schiavo delle cose che secondo te ti rendono una persona speciale.

La vera sicurezza sta nel riconoscere il proprio valore, senza tutte queste cose.

Quando sei sicuro di te, dei tuoi valori, della persona che sei, delle tue capacità, allora sì che puoi creare un impatto in tutte le aree della tua vita: puoi trovare la persona giusta, avere il lavoro che desideri, le cose che vuoi.

Non sei schiavo di queste cose perché non sono queste a renderti importante. Non vuoi possederle perché hai bisogno che queste ti diano sicurezza, vuoi possederle perché queste portano ulteriore appagamento alla tua vita.

E non pensare che la sicurezza provenga dal mostrare agli altri quanto sei importante con tutte le cose che hai. La vera sicurezza sta nell’essere capace di non badare all’opinione altrui, essere fiero di chi sei, senza bisogno che gli altri ti riconoscano i meriti.

Va bene desiderare di essere apprezzati e va bene desiderare di possedere certe cose, è giusto. Ma non pensare che siano queste a renderti sicuro, perché faranno solo il contrario, penserai: “senza questa cosa non sono nessuno”.

E se vuoi davvero vivere a pieno devi portare nei diversi aspetti della tua vita la tua sicurezza: devi essere sicuro di te nella tua relazione, così come nel tuo lavoro, nelle tue amicizie e così via.

Quindi, visto che non sono queste cose a renderti sicuro, da dove nasce la sicurezza in se stessi?

Come costruire la sicurezza in se stessi

Due fattori costituiscono la base per costruire la sicurezza in se stessi:

1. L’autostima

Devi accrescere la tua autostima per essere in grado di riconoscere davvero il tuo valore, anche se gli altri non lo fanno.

Per essere davvero sicuro di te devi essere sicuro di chi sei, quali sono i tuoi valori, i tuoi principi e sapere che quelli e solo quelli ti definiscono. Da questi fattori, che nessuno ti può togliere, trai la stima che hai nei tuoi confronti.

Non è quello che fai, ma quello che sei ad essere importante per te.

Aumentare la tua autostima non avviene dall’oggi al domani e soprattutto richiede costanza nel mettere in pratica alcune azioni che ti aiutano ad avere una migliore percezione di te stesso e a riconoscere il tuo valore.

Sviluppando la fiducia nella persona che sei tu, puoi esercitare la tua sicurezza. La sicurezza è la consapevolezza delle tue capacità, delle tue doti ed essere certo che queste ti permetteranno di avere le cose che vuoi.

Puoi esercitare e aumentare la tua sicurezza attraverso alcune piccole azioni quotidiane, che sfidandoti ti rendono più sicuro delle tue capacità (punto 2).

2. La capacità di uscire dalla tua zona di comfort

Molte persone sono sicure in alcuni aspetti della loro vita ma non in altri. Magari sei un drago sul lavoro, e fai flop nei rapporti sentimentali, magari non hai problemi a tenere un discorso di fronte al pubblico ma sei terrorizzato dalle conversazioni con una persona che ti attrae.

O magari sei insicuro in molti aspetti diversi. È del tutto normale.

La soluzione per sconfiggere piano piano le tue paure è quella di fare delle piccole azioni che sono fuori dalla tua zona di comfort. Quello che ti suggerisco è di non provare subito a fare qualcosa di grande che ti terrorizza, perché è più facile che tu possa fallire, scoraggiarti e rinunciare.

Prova invece a fare delle azioni che ti spaventano meno, ma sono comunque esperienze nuove per te, e che possono darti sicurezza prima di fare la cosa che davvero ti fa paura.

Ad esempio, diciamo che vorresti superare la timidezza, e che magari la cosa che ti fa più paura è parlare con le persone autorevoli o con persone da cui sei attratto/a. Anziché puntare ad avere subito una conversazione con queste, esercitati a intrattenere piccoli dialoghi con persone con cui non sei in confidenza: attacca bottone con uno sconosciuto in un bar, prova a parlare con dei colleghi con cui non hai rapporti, esercitati a guardare negli occhi le persone, a fare domande. Fai una serie di azioni che ti infondono fiducia e ti aiutano a diventare più sicuro di te.

Parti dai piccoli step che sei in grado di compiere. Tutti abbiamo grandi obiettivi che vorremmo raggiungere ma cerca di porti dei piccoli obiettivi che puoi realizzare anziché puntare subito alla luna.

Acquisire sicurezza si basa sull’avere autostima e provare a mettersi in gioco uscendo dalla zona di comfort. L’autostima ti aiuta a rimetterti in piedi ogni volta che qualcosa non va come hai previsto, ti consente di non dubitare di te.

Tuttavia, la sola autostima senza una serie di azioni per testare e prendere consapevolezza delle tue capacità non ti dà la giusta sicurezza.

Entrambi questi elementi sono la base della sicurezza in se stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *